DENIOS partecipa alla tavola rotonda a tema ingegneria di processo, organizzata dal magazine ICP

la tavola rotonda

la tavola rotonda

la scrivania di Giulio Natta

Il pubblico di addetti ai lavori

Un momento dell'evento

Lo scorso 14 maggio, DENIOS ha partecipato ad un incontro presso il Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta" del Politecnico di Milano, dedicato ad EPC ed EPCM Contractors appartenenti al mondo dell'ingegneria di processo.

 

L'Evento

La tavola rotonda, organizzata dal magazine specializzato ICP, si è svolta presso una location molto suggestiva: la storica biblioteca del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica "Giulio Natta", un luogo importante e significativo, dove tra le altre cose è stato possibile ammirare la storica scrivania su cui il Premio Nobel per la chimica lavorò tra gli anni '50 e '70.

All'evento era presenta una folta audience di addetti ai lavori, molto interessato al contributo delle aziende coinvolte.

Durante la kermesse, DENIOS e altri importanti player del settore quali AIDIC, Jacobs Italia, KT - Kinetics Technology, Saipem, Siirtec Nigi, Techint E&C, Tecnimont e VTU Engineering Italia si sono confrontati su 4 principali temi di discussione:

  1. Le principali attività della propria società;
  2. Il rapporto con i fornitori e le modalità di traduzione delle richieste dell'end user in un efficace ciclo di procurement;
  3. I progetti realizzati più significativi;
  4. Le prospettive future del proprio settore.

 L'ingegneria di processo

L'ingegneria di processo è quella scienza che, attraverso i più moderni sistemi informatici di calcolo e simulazione, si occupa di progettare ed ottimizzare processi chimici complessi. Ogni singolo impianto viene sviluppato sulla base delle richieste del cliente, rispettando i criteri di sicurezza imposti dalle normative vigenti.

Per EPC (acronimo da Engineering - Procurement - Construction) si intende quel soggetto a cui sono affidate tutte le attività di progettazione, sviluppo e costruzione di un impianto, fino alla consegna chiavi in mano. 
Nei contratti di tipo EPCM invece il Contractor offre supporto gestionale ed ingegneristico, concentrandosi esclusivamente su questo aspetto e lasciando quello esecutivo al proprio cliente.

 

Il contributo di DENIOS 

L'Ing. Stefano Regazzoni, Direttore Generale di DENIOS, ha rappresentato l'azienda, accanto ai vertici dirigenziali delle altre prestigiose società partecipanti.

Oltre alla presentazione delle nostre principali aree di business, tra i contributi più interessanti vi è stata la descrizione dei nostri progetti più importanti quali le camere termiche, a temperatura ed umidità controllate, destinate allo studio dei componenti utilizzati in produzione dallo stabilimento Basf Construction Chemicals di Treviso, la camera termica, unica al mondo, realizzata per il Building Future Lab dell'Università di Reggio Calabria, in grado di ricreare shock termici su porzioni di edifici, e le ultime realizzazioni di shelter per batterie al litio, destinate primariamente (ma non solo) al mercato automotive. 

Inoltre l'Ing. Regazzoni ha anche analizzato le prospettive future dell'azienda e del settore, con particolare riferimento alle novità riguardanti i depositi REI 120 e gli shelter per batterie al litio, un ambito in continuo divenire in cui DENIOS è in costante contatto con Vigili del Fuoco ed Enti nazionali di ricerca, in modo da poter offrire un prodotto sempre allo stato dell'arte per lo stoccaggio ed il testing di questa particolare tecnologia. 

 

Scarica l'articolo completo in formato pdf

Vai al sito del magazine ICP